giovedì 5 marzo 2015

Corona di pane all'olio

Sabato sera io e Filippo siamo stati invitati a cena da amici. Cosa portare? Ho pensato di sfruttare un po' l'abitudine di preparare il pane per realizzare un centrotavola scenografico e ovviamente mangereccio. Parecchio tempo fa ho visto questa mirabolante ricetta di Martina e finalmente ho trovato l'occasione per prepararla. Ho apportato pochissime modifiche nella bilanciatura degli ingredienti, perchè usando la Manitoba mi sono serviti più liquidi; il sapore e la consistenza pare non ne abbiano risentito, perchè questa corona era fragrante e sofficissima, leggera come una brioche.
Comunque, per non farmi mancare il classico errore per ricetta, ho toppato le indicazioni della temperatura del forno (200°C invece di 180°C...che testa!): me la sono cavata comunque, ma vi suggerisco, per sicurezza, di seguire l'indicazione originale.


Ingredienti
Impasto
350g farina Manitoba (del supermercato, altrimenti sarebbe troppo forte!)
150g farina 0 per pizze e focacce
250g+60g latte parzialmente scremato
10g lievito di birra fresco
50g di olio extravergine di oliva
5g malto
10g sale
Finitura
1 uovo per glassare
semi per decorare (sesamo, lino, papavero)

Procedimento
1.
unite le farine e il malto nella ciotola della planetaria (munita di gancio);
2. sciogliete il lievito di birra in 250g di latte: versate il tutto sulle farine, aggiungendo anche 3/4 dell'olio evo;
3. lavorate l'impasto a bassa velocità fino a quando otterrete un impasto liscio e omogeneo, dopodiché aggiungete a filo il restante olio e aumentate la velocità della planetaria (1,5) per circa 15': l'impasto dovrà risultare liscio, omogeneo ed elastico;
4. aggiungete il sale e poi il latte mancante, facendo attenzione a verificare l'assorbenza della farina (più la farina sarà forte più avrà bisogno di liquidi, quindi procedete per gradi quando aggiungete il latte);
5. lavorate ancora, facendo assorbire i liquidi: otterrete un impasto soffice e non troppo morbido; spostatelo in una ciotola oliata e oliate anche la superficie, fate quindi lievitare fino al raddoppio del volume (circa un'ora, un'ora e mezza...dipende da umidità e temperatura) coperto con un panno umido o con la pellicola;
6. al raddoppio del volume, sgonfiate l'impasto, fate una piega a 3 e fate puntare per 30'; passata la mezz'ora, dividete l'impasto in 5 pezzi di ugual peso;
7. formate delle palline e stendetele in dischi di circa 25cm di diametro; oliate la superficie dei dischi e sovrapponeteli (la supeficie del disco superiore non dovrà essere oliata) su una teglia rivestita con carta da forno;
8. con un coltello appuntito o con una rotella per pizza tagliate gli strati impilati di impasto come illustrato nel disegno 1: a circa 2/3 dal centro del raggio della cerchio, formando due croci incrociate, creando 8 sezioni;
9. prendete la punta superiore di uno spicchio e spostatela all'esterno verso sinistra; procedete poi con le successive 4, spostandovi progressivamente verso destra (disegno 2); eseguite la stessa operazione per i restanti 7 settori (disegno 3); ripiegate tutte le punte degli spicchi sotto il disco inferiore, eventualmente tirando un po' l'impasto per gli spicchi degli strati più bassi (disegno 4),
10. coprite la corona con un canovaccio pulito e attendete il raddoppio del volume; spennellate poi con l'uovo sbattuto e decorate con semi di papavero, sesamo e lino (o quelli che preferite);
11. cuocete a 180°C in forno statico (sopra e sotto) per circa 30'; sfornate e fate raffreddare sulla gratella.







2 commenti:

  1. È una bellissima idea, sono sicura che avranno apprezzato il pensiero!! Interessante davvero il procedimento delle piegature, tengo a mente la ricetta, dovessi provarci...buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia, mi pare abbiamo apprezzato: dopotutto, se qualcuno mi facesse un regalo simile io potrei anche piangere dalla commozione...ho la lacrima facile!
      Buona settimana anche a te :)

      Elimina